Mission di Pazzi di Vita

La mission di Pazzi di Vita

Serata dal vivo Pazzi di Vita

In questo progetto parliamo di paura. La poco conosciuta, ignorata, disprezzata paura. Quell’emozione che, invece di aiutarci a sopravvivere com’era nella sua funzione primaria, ci intralcia e ci rallenta nei percorsi di crescita della nostra vita.

Tante persone mi scrivono chiedendomi: “Come posso liberarmene? Come posso vivere senza queste paure costanti che limitano la mia autonomia e la mia libertà?”

La verità, e l’ho provato sulla mia pelle, è che le paure persistono semplicemente perché noi, dopo un periodo in cui non ascoltiamo i messaggi che esse ci mandano, iniziamo a evitare tutte quelle situazioni che ci ricordano la nostra paura.

Ho trasformato le mie paure in limiti bloccanti. Per anni ho evitato di riconoscerle facendo finta che non esistessero. È molto semplice: quando neghi la paura con sistematicità essa si altera e diventa sempre più limitante.

Rimettere di nuovo in riga la paura è difficile e complicato. Per dominare le paure che sono diventate fobiche e riportale a un livello di normalità bisogna intraprendere, spesso, un lungo percorso. E, soprattutto, farlo seguiti da psicologi che hanno studiato per aiutare le persone quando non sono più in grado di farlo da sole.

Mi chiedo però…

Ma se iniziassimo a vivere la paura come un’informazione utile e funzionale per il nostro equilibrio, INVECE che nasconderla? Se cominciassimo ad accogliere i nostri timori e a utilizzarli come trampolini di lancio per il nostro miglioramento, INVECE che camuffarli e viverli come inopportuni? Se smettessimo di vergognarci delle nostre paure e le trasformassimo nei nostri punti di forza PRIMA di trovarci inconsapevolmente davanti allo strapiombo e venirne inghiottiti?

Avrei potuto fare molte cose nel periodo precedente ai miei attacchi di panico e alle mie ansie croniche: avrei potuto accogliere la mia paura! Avrei potuto riprendere in mano la mia vita, ma non ho fatto niente di tutto ciò. Mi sono limitato a nasconderle negandomi la possibilità di ricevere le informazioni preziose che mi indicavano i miei possibili disequilibri.

Il problema è che ci hanno insegnato che è vergognoso provare paura ed essere insicuri. E, se proprio non possiamo evitare di provarla, è nostro dovere occultarla. In questo modo la paura lavora sotto la superficie e costituisce un vero elemento frenante a vivere pienamente la nostra vita.

Ti sei mai sentito:

  • bloccato
  • poco dinamico
  • timido
  • impaurito
  • inconsapevole
  • ingabbiato
  • perso

Io sì, molte volte… La paura di essere me stesso, la paura del giudizio degli altri, la paura di non essere abbastanza, la paura dei miei difetti, la paura del cambiamento… E potrei continuare! Mi hanno portato a evitare le situazioni difficili, a chiudermi in me stesso. 

Sei nel posto giusto se…

Vuoi diventare più consapevole delle tue emozioni, in particolare della paura.

Sei stufo di nascondere le tue paure, vuoi riconoscerle, ammetterle e iniziare a essere te stesso.

Ti sei accorto che le paure ti stanno rallentando e vuoi sbloccarti.

La nostra mission?

  1. Demolire lo stereotipo di paura come segno di debolezza e insicurezza.
  2. Condividere strategie pratiche e teoriche per vivere in consapevolezza la paura senza vergognarsene.
  3. Aiutare a comprendere e dissolvere la paura prima che diventi limitante e patologica e trasformala in un’emozione positiva.