Articoli

Come superare la paura con la meditazione e i mantra

Quando siamo in balia delle nostre paure è difficile riuscire a vedere chiaramente una via d’uscita.

Quando ho capito che allontanarle non serve a nulla, ho iniziato a creare all’interno della mia giornata degli spazi dedicati alle mie paure, dei piccoli momenti che mi permettessero di focalizzarmi su di esse e conoscerle più da vicino.

Nel momento in cui diventi consapevole delle tue paure gli schemi mentali che le sostengono iniziano a sgretolarsi.

Sei pronto?

Bene, vediamo di cosa  si tratta…

Meditazione per superare la paura

Una tecnica che mi aiuta molto nei momenti difficili è quella della “meditazione del pensiero negativo“.

Alla mattina, dopo esserti svegliato, puoi dedicare 3, 5 o 11 minuti a questo esercizio di meditazione. Seduto in posizione semplice con le mani a coppa (il dorso della mano destra poggia nella palmo della sinistra) inspira profondamente con il naso ed espira con la bocca pensando a un pensiero negativo (paure, ossessioni, problemi) direttamente nella coppa che hai creato con le mani.

Questa tecnica serve per “buttare fuori” la spazzatura dalla tua mente. Metterla in pratica alla mattina aiuta a iniziare la giornata con una mente più libera e focalizzata sui propri obiettivi invece che sui pensieri negativi.

Mantra contro la paura

Nell’arco della giornata è importante, dal mio punto di vista, la recitazione di un mantra (ripetizione di una frase).

La puoi ripetere alla mattina dopo la meditazione iniziale, durante la pausa pranzo dopo aver mangiato, oppure la sera prima di coricarti; l’importante è creare una frase significativa che ti aiuti a rimanere consapevole e concentrato sul tuo percorso di crescita.

I mantra più potenti che utilizzo sono:

  • “Non sono quello che sembro, racchiudo in me tutta la forza e la potenza di questo mondo”.
  • “Ci sono pochissimi mostri che giustificano la paura che abbiamo di loro”.
  • “Qualsiasi cosa io abbia fatto per cui alla fine ne è valsa la pena… inizialmente mi ha spaventato a morte”.

Per recitare il mantra potete comprare un mala (collana o bracciale con 108 sfere) che vi aiuti nel conteggio. Esatto, dovete ripetere 108 volte la stessa frase.

Lo so, sembra assurdo, ma ti assicuro che già dopo due settimane quella frase sarà un vera e propria risorsa che ti darà forza nei momenti più difficili.

Rituale del silenzio per superare la paura

Prima di andare a dormire dedica 5 o 10 minuti per visualizzare quali sono state le azioni che hai intrapreso per superare le tue paure.

Analizza cosa ha funzionato e anche cosa può essere ancora migliorato: non farti prendere dall’ansia e non sentirti frustrato se non sei riuscito a comportarti come avresti voluto nei confronti delle tue paure. Ogni giorno hai la possibilità di esercitarti e migliorare insieme a loro.

Le paure non sono lì per bloccarti ma per migliorarti. Visualizzare cos’è andato bene o cosa può essere migliorato ti dà la possibilità di vedere chiaramente cosa puoi fare domani per migliorare te stesso.

Un libro molto utile su questi argomenti è Il monaco che vendette la sua Ferrari.

Ora non ti resta che provare. Fammi sapere se per te queste tecniche hanno funzionato o se usi altri modi per gestire la paura.

Buone routine e buon rituale! BePazzidiVita

 

Non perderti le ultime novità da Pazzi di Vita
Iscriviti alla newsletter per ricevere le nuove videointerviste, i podcast e gli articoli sulla tua mail.

Post collegati Potrebbe piacerti anche